diventare forti mentalmente

10 consigli per diventare forti mentalmente (TrainingPeaks)

Autore: WILLIAM RITTER

Articolo originale: leggi la versione originale su TrainingPeaks

Diventare forti mentalmente fa la differenza tra buoni e grandi atleti. Ecco come allenare il tuo cervello per raggiungere il successo.

La maggior parte di noi ha avuto un allenatore o un genitore che ci diceva di “dover essere forte” in qualche momento critico di una partita o di una gara. Sebbene essere mentalmente forti sia spesso incoraggiato o predicato, non è sempre chiaro come arrivarci effettivamente. In effetti, le abilità mentali sono spesso trascurate durante l’allenamento, il che è un peccato perché possono fare la differenza tra un buon atleta e un grande.

Non ti piacerebbe sapere come respingere le voci dentro che ti dicono che sei troppo stanco per continuare, o semplicemente che non sei abbastanza bravo o che non ce la farai a raggiungere il tuo obiettivo? Ecco alcuni trucchi mentali che ho imparato in due decenni di gare.

Concentrati su ciò che ti fa sentire bene

Ciò su cui ci concentriamo tende a diventare la nostra realtà. Quindi, se ti concentri sul dolore che stai provando, allora sentirai più dolore. Al contrario, puoi effettivamente sopportare molto più dolore se non ti fissi su di esso.

Io spesso fisso davanti a me la parte posteriore dei concorrenti davanti a me come se ci fosse una bobina che mi attira più vicino a loro. Mi assicuro anche che la mia cadenza sia buona e che i miei piedi saltino via velocemente dal pavimento.

Un’altra idea per evitare che la tua mente sia attratta dal dolore è quella di suddividere la gara in segmenti, specialmente per le gare di lunga durata. Suggerisco di concentrarsi su segmenti di un kilometro o meno alla volta – alcuni giorni un kilometro potrebbe essere troppo, quindi per aiutarmi a superare il dolore prendo riferimento su segmenti molto brevi come lo spazio fra due alberi o due lampioni.

Ciò che credi di te stesso verrà fuori

Qual è la storia che ti stai raccontando? Questa convinzione è la chiave per essere mentalmente forti e determinati. Sei mai stato con qualcuno in una squadra o sul posto di lavoro che parla regolarmente negativamente di se stesso o degli altri? Noti che le cose negative tendono ad accadergli regolarmente?

È importante circondarti di persone impegnate in un dialogo interiore più positivo. Se riempi le tue parole e i tuoi pensieri con affermazioni e mantra positivi, scoprirai che stanno diventando parte della tua vita. Quindi vedrai un livello completamente nuovo di fiducia in te stesso, che, ovviamente, si trasferirà ai tuoi sforzi atletici.

Sviluppa un mantra

Sviluppa un mantra che puoi ripetere ad alta voce o mentalmente a te stesso velocemente mentre corri. Quando corri al massimo del tuo sforzo, l’accumulo di lattato aumenta e la tua respirazione e la frequenza cardiaca potrebbero sembrare fuori controllo. In questo stato il cervello può facilmente passare a una mentalità negativa. Un mantra da ripetere può aiutarti a concentrarti nuovamente sugli aspetti positivi.

Un semplice mantra, come “Sono forte” o “So cosa fare” è fantastico per diventare forti mentalmente. Trova parole che siano in sintonia con te e i tuoi obiettivi. Puoi persino avere questo mantra scritto sul braccio o sulla mano per ricordartelo.

Mantieni un pensiero semplice

Come atleti, spesso pensiamo troppo, i migliori atleti del mondo sono quelli che possono spegnere il cervello e concentrarsi sul presente. Tutto, dal ritmo alla strategia nutrizionale, dovrebbe essere di routine, quindi quando arriva il giorno della gara sai già cosa fare. La corsa è solo la festa in cui puoi eseguire ciò che hai praticato e trasformare tutto il duro allenamento che hai fatto!

Evita la trappola del confronto

Oggi con tutte le piattaforme di condivisione social, spesso veniamo risucchiati nel confronto obbligato con altri atleti nella nostra società o gruppo di allenamento. Ricorda solo che i migliori atleti dedicano la maggior parte della loro attenzione all’allenamento senza distrazioni.

Considera come inquadrare la tua sofferenza

Dovresti imparare ad aspettarti la sofferenza e ad abbracciarla quando arriva. Ma devi anche imparare a canalizzare la sofferenza. Nelle gare di lunga durata non è sempre il più veloce a vincere ma quello che può abbracciare le maggiori sofferenze e superarle. Semplicemente non c’è un modo semplice per aggirarla, ma se usi questi strumenti per diventare forti mentalmente puoi imparare a soffrire più intensamente più a lungo.

Rilassati

Devi imparare a correre velocemente mentre ti rilassi. Fare passi da gigante è un ottimo modo per iniziare a sviluppare questa abilità. Devi avere una “velocità rilassata” che non sia forzata.

Esci da te stesso

Gli adolescenti e i giovani atleti spesso mettono molta pressione su se stessi per essere forti nella prestazione e di conseguenza finiscono per affrontare la pressione o l’ansia ad alto livello. Mentre l’ego tende a diventare più gestibile con l’avanzare dell’età, è ancora comune sentire inquadrarsi in una delle due opzioni: “buono” o “non così buono”, e se senti di cadere in quest’ultimo, può essere incredibilmente demotivante.

Se ti ritrovi ad abbinare troppo la tua autostima allo sport, ricorda di considerare anche il tuo lavoro, la tua famiglia e i tuoi amici. È fantastico mantenere una natura competitiva, ma uscire da te stesso può aiutarti a eliminare quell’atteggiamento “tutto o niente”, permettendoti di esercitare meno pressione sul tuo lato atletico.

Gestisci il tuo stress

Ogni persona ha una quantità limitata di energia. Tra lavoro, studio, relazioni sociali e familiari, la maggior parte degli atleti di ogni livello, viene trascinata in molte direzioni. Stiamo meglio quando impariamo come ridurre al minimo lo stress che deriva da ciascuna di queste attività.

La cosa positiva è che puoi mitigare lo stress facendo buone scelte nutrizionali, ottenendo un sonno di qualità e migliorando la gestione del tempo. Ad esempio, la maggior parte degli atleti deve allenarsi prima o dopo il lavoro. Ciò significa che la pianificazione è fondamentale. Puoi ridurre lo stress derivante dall’allenamento al lavoro o viceversa preparando i pasti e organizzando le uscite. Ciò richiede una grande organizzazione e pianificazione, ma ciò influisce direttamente sulla capacità di raccogliere l’energia mentale e fisica per completare con successo le sessioni di allenamento.

Pratica la sofferenza

Può sembrare controintuitivo, ma il recupero è la chiave per la sofferenza: nei giorni facili o di recupero, devi davvero andare piano e / o recuperare. In questo modo ti preparerai per i giorni di allenamento ad alta intensità, che ti forniranno l’opportunità di soffrire davvero e di esercitarti a gestirlo.

Se non sei coerente nel raggiungere lo scopo di ogni sessione di allenamento, il giorno della gara ti ritroverai probabilmente ad affrontare un’immensa sofferenza senza la capacità di gestirla.

Più sofferenza puoi imparare a tollerare, maggiore sarà la ricompensa. Coltiva la convinzione che dall’altra parte della tua sofferenza c’è un’immensa gioia. Una volta che hai tagliato il traguardo, raggiunto il tuo obiettivo o impostato un PR, tutta quella sofferenza diventerà il carburante per una celebrazione indimenticabile!

Ci vediamo al traguardo del nostro obiettivo: diventare forti mentalmente!

Primo Appuntamento Running

Valutazione completa nella nostra sede. Test, misurazioni, dimostrazioni pratiche e programmazione allenamento per il tuo obiettivo…

185.00 / 4 settimane per 4 settimane

Tecnica di corsa a Firenze

Imparare a correre, raggiungere il maggior comfort possibile durante gli allenamenti. Apprendere la tecnica per raggiungere il risultato….

50.00

Test Conconi Web

Test indispensabile per stabilire i ritmi dei vari mezzi di allenamento. Si esegue nella abituale sede di allenamento con le indicazioni inviate. Acqu…

Related Posts